Select Page

Virtual Box

da | 18 Ott 2015 | Tecnologia | 0 commenti

E’ vero, oggi esistono tanti Sistemi Operativi che mettono a disposizione una loro versione live (eseguibile da CD/DVD senza modificare il tuo sistema attuale). Puoi usare una distro live per provare un Sistema Operativo prima di installarlo in modo definitivo. In realtà non si tratta dell’unico possibile utilizzo ma l’argomento non è scopo di questo articolo. Io ad esempio uso spesso le distro live per recuperare dati da PC di amici che mi chiamano disperati dicendomi: “Manu, sono nella palta! Non mi parte più il computer, mi hanno detto che devo formattare tutto (cancellare)… Ma non voglio perdere le foto delle vacanze!!!
Spiegherò come fare il recupero dei dati in uno dei prossimi articoli. Ora torniamo a noi.
Virtual Box è un programma disponibile per diversi Sistemi Operativi, il suo compito è quello di creare computer virtuali sui quali installare Sistemi Operativi funzionanti (se vuoi con relativi programmi).
Le necessità che ci portano a voler creare una macchina virtuale sono diverse. Personalmente uso Virtual Box per provare distro Linux e altri Sistemi Operativi. Fino a poco tempo fa avevo un programma di contabilità che funzionava solo su SO Windows. Usando solo Mac e Linux era un problema. Inizialmente avevo dedicato una porzione (partizione) di Hard Disk del portatile e avevo installato Windows. Il problema era che tutte le volte che dovevo usare la contabilità era necessario riavviare il PC e far partire Windows, una volta finito riavviare e far partire Linux. Virtual Box mi è venuto in aiuto. Ho creato una macchina virtuale e installato Windows con tutto ciò che mi serviva (solo la contabilità!). Da quel momento non ho più avuto la necessità di riavviare. Scusa se mi sono dilungato un po’ ma volevo informarti su utilizzi concreti, ora vediamo come fare!

Scaricare e installare

Dal tuo browser vai all’indirizzo https://www.virtualbox.org, clicca su Downloads e scarica la versione adatta al tuo computer. Una volta installato, avvia l’applicazione.

Creare una nuova macchina virtuale

Clicca su “Nuova” per creare una nuova macchina virtuale. Da qui inizia la procedura guidata. Ipotiziamo di voler provare Linux Mint 17.2 xfce (abbiamo già scaricato il file .iso da qui). Nella prima schermata scriviamo Linux Mint 17.2 xfce come nome della macchina virtuale, nel campo Tipo selezioniamo Linux (se non l’ha fatto Virtual Box in automatico), per il campoVersione scegliamo Ubuntu 32-bit (64-bit se il tuo computer funziona a 64-bit… Se non sei sicuro usa 32-bit). Un click su Continua.
In questa seconda schermata devi impostare il quantitativo di RAM da assegnare alla tua nuova macchina virtuale. Ricordati di stare sempre in zona verde! Nel mio caso (il mio Mac ha 8Gb di RAM) assegno 4.096Mb (4Gb). Un click su Continua.
Nella terza schermata scegli “Crea subito un nuovo disco fisso virtuale” e poi un click su Crea. Come tipo di file del disco fisso lascia “VDI” e clicca Continua.
Qui devi scegliere “Dimensione specificata“. La procedura è più lenta in fase di creazione ma recuperi velocità nel suo utilizzo. Un click su Continua.
Ora devi specificare dove salvare il disco fisso virtuale e quanto spazio assegnargli. Nel mio caso lo salvo su un disco fisso esterno e dedico 50Gb. Clicca sull’apposita icona per scegliere dove posizionare il disco virtuale, per scegliere la dimensione scrivine il valore nell’apposita casellina o utilizza il triangolo sulla relativa barra. Clicca su Crea e mettiti comodo, la procedura ci mette un po’. Hai appena creato la tua prima macchina virtuale!

Ultime configurazioni

Manca veramente poco. Nella colonna di sinistra trovi l’elenco delle tue macchina virtuali, nella colonna a destra (più grande) il dettaglio della configurazione. Seleziona dall’elenco (probabilmente hai solo questa) la macchina appena creata (Linux Mint 17.2 xfce), un click sulla voce “Generale” (nella colonna di destra) per far aprire una finestra con il dettaglio della configurazione. Ti trovi un menù a icone nella parte alta e, ad ogni voce, potrebbe corrispondere un contenuto diviso a schede. Ad esempio, la voce “Generale” contiene quattro schede (Base, Avanzate, Descrizione e Cifratura). Per la tua configurazione sistema qualche parametro, se hai tempo e voglia o se vuoi approfondire, ricordati che hai un manuale in formato PDF a disposizione (scaricato con Virtual Box). Clicca sull’icona “Sistema“, scheda “Processore“; scegli quanti processori (core) mettere a disposizione della macchina virtuale (potrebbe andar già bene così), nel mio caso ne dedico 4 (mai andare in zona rossa). Clicca sull’icona “Schermo” e scegli la quantità di memoria video (nel mio caso 128Mb) e poi metti la spunta sulla voce “Abilita accellerazione 3D“. Clicca su “OK” per confermare tutte le variazioni effettuate.
La macchina virtuale è configurata, per provare il Sistema Operativo Linux Mint 17.2 xfce ti manca solo un passaggio.

Inseriamo il DVD

Se tu volessi installare un nuovo Sistema Operativo sul tuo computer dovresti, in linea generale, inserire il CD/DVD creato (masterizzando la ISO) nel lettore e riavviare. Con Virtual Box hai creato un computer virtuale che è dotato di un lettore virtuale, gli devi solo dire che nel tuo lettore c’è il file ISO di Linux Mint… Ancora un click su “Generale” per riaprire il dettaglio della configurazione, un click sull’icona “Archiviazione” e, a sinistra (“Albero di archiviazione“), un click sul disegnino di un CD (con dicitura “Vuoto“). Nella parte destra (“Lettore ottico“) cliccando sul disegnino del CD si apre un menù contestuale, scegli la prima voce (“Scegli un file di disco ottico virtuale“) e vai a selezionare il file ISO (nel nostro casolinuxmint-17.2-xfce-64bit.iso), un click su apri. Ora puoi notare, nella colonna di sinistra, che il lettore virtuale non è più vuoto. Un click su “OK” per salvare le modifiche. Ora hai veramente finito, un click su “Avvia” per accendere la macchina virtuale e goderti Linux Mint 17.2 xfce.

Conclusione

Con Virtual Box puoi creare e configurare più macchine virtuali, un click con il tasto destro su una di esse per duplicarla, avviarla o eliminarla. Ora puoi proprio sbizzarrirti e provare tutti i Sistemi Operativi che vuoi, se poi usi Windows e vuoi passare a Linux, segui i tutorial che troverai su questo sito. Installare Linux Mint tramite Virtual Box non è scopo di questo articolo. Ne scriverò uno dedicato a breve, iscriviti alla Newsletter per essere informato.

L’autore

Classe 1973, adoro cani, rapaci e animali in genere. Mi piace tutto ciò che è tecnologia, mi piace l’informatica, internet e l’elettronica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Newsletter

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo con tutti i tuoi amici!

Shares