Select Page

Tibetan Mastiff, il padre di tutti i molossi moderni

da | 5 Nov 2015 | Animali | 0 commenti

Tibetan MastiffDi lui ci si può innamorare per quello sguardo magnetico che sembra “leggerti” dentro l’anima. Oppure per le sue straordinarie doti di cane da guardia. Per il fatto che è considerato il “padre” di tutti i molossi moderni. O semplicemente perché è un cane che di certo non passa inosservato per possenza, bellezza e fascino.
Anche per questo su di lui possono nascere tante, troppe congetture che poco o nulla hanno a che fare con la realtà. Praticamente da sempre questa razza è stata circondata da un alone di leggenda e di mistero: già Aristotele diceva che il suo aspetto faceva pensare a un incrocio tra un cane e un leone. Secoli dopo, alla fine del 1200, Marco Polo lo descrive come un cane alto quanto un asino, con la voce del leone e dal carattere piuttosto bellicoso, anche se viene spontaneo chiedersi quanto sia stato grande l’asino cui Marco Polo paragonò il cane.

Tibetan MastiffLe descrizioni di Marco Polo hanno condizionato fortemente le idee che gli Europei si erano fatti su questo cane, e quando alcuni esploratori e militari Britannici si trovarono di fronte a dei Mastini Tibetani autentici rimasero delusi dal trovarli non più grossi dei Mastini Europei. Si disse allora che il grande mastino visto da Marco Polo si era estinto, o il Tibetan Mastiff discende dagli stessi cani che otto-diecimila anni or sono l’uomo cominciò a selezionare per avere soggetti in grado di proteggere il bestiame al pascolo dai predatori. Chiamato dai cinologi occidentali Tibetan Mastiff, il nome originario Do-Khyi è stato riconosciuto dalla FCI (Federazione Cinofila Internazionale) solo recentemente. In Italia il Tibetan Mastiff è tutelato dall’associazione specializzata CIM (Club Italiano del Molosso) www.clubitalianodelmolosso.it presieduto da persone capaci ed esperte nel campo cinofilo. Sul sito troverete anche lo standard di razza ufficiale FCI.

Carattere

Per capire la personalità della razza, è necessario guardare la sua storia e apprezzare come questo cane è stato usato per secoli in Tibet. La vita moderna non può assolutamente essere paragonata con la vita in Tibet, nemmeno ai giorni nostri e l’istinto innato alla guardia della razza non può alleggerirsi con poche generazioni, e questo fatto deve essere preso in considerazione.

Tibetan MastiffTuttavia, il Tibetan Mastiff è estremamente adattabile ad ogni situazione e cambio di vita, e con una convivenza sensibile e un proprietario comprensivo, può diventare un compagno di vita meraviglioso, ma la dedizione del proprietario a questo cane è assolutamente necessaria. E’ un cane “cocciuto”, una mistura di mentalità canina Orientale e Nordica con un pizzico della “falsa pigrizia” tipica dei Mastini… un pizzico molto importante poiché lascia la possibilità al proprietario preparato di prevedere, capire e instaurare un facile rapporto di complicità. Lo vedrete sedere, guardando l’infinito… e pensare; è un cane riflessivo, capace di distinguere le più diverse situazioni adottando il comportamento più adatto per ogni evenienza… ed è per questo che è abilissimo nel prendervi in giro!

Tibetan MastiffSe sarà cresciuto correttamente non proverà mai a sfidarvi sul piano fisico perché voi sarete il suo “tutto”, ma sarà costantemente una sfida, stenterete a crederci, sul piano intellettuale. Anche nella vita di branco (per chi ne possedesse più di uno), si assiste spesso a vere e proprie gare di intelligenza fra loro, molto sottili, e che spesso decretano la Leadership del gruppo. Non fraintendiamoci però: anche loro possono avere violenti litigi, ma se il rispetto nei vostri confronti è alto, sarà molto raro che avvenga in vostra presenza. E’ quindi buona abitudine dividere alcuni soggetti se vi dovete assentare per molte ore, specie se ci sono motivi di nervosismo nell’aria (femmine in calore, cibo o giochi sempre a disposizione, ecc.).
Nonostante diano l’impressione di essere cani molto tranquilli, lenti e pigri, hanno un’agilità formidabile, una tenacia interminabile e un’abilità straordinaria ad aprire porte, finestre, box e gabbie, proprio dovuta alla loro viva intelligenza e capacità di osservazione (si, vi osservano!!). E’ bene quindi avere una recinzione sicura e adeguatamente alta. D’altro canto, fortunatamente, sono cani da guardia e normalmente non sono interessati a scappare, quanto a guardarsi intorno ed eventualmente espandere il loro territorio.

Tibetan MastiffÉ un cane che adora l’ambiente famigliare e non vuole essere escluso dalle attività giornaliere. Deve sentirsi parte integrante, ma allo stesso tempo non perdere la sua indipendenza e dignità; in caso contrario sarà un cane apatico. In casa sceglierà un angolo tranquillo da dove poter controllare tutto ciò che accade intorno a lui. Con il suo proprietario forma un legame molto forte ma mai invadente ed è facile considerarlo un membro della famiglia a tutti gli effetti. In un contesto famigliare questa razza ha tutte le opportunità di sviluppare la sua totale personalità e mostrare il suo affetto in modo discreto. Sono cani felici se hanno anche uno o più simili con cui passare la giornata quando restano soli. L’istinto della caccia non è forte nel Tibetan Mastiff, è quindi un buon compagno anche per altri animali piccoli o grandi che siano. Con gli estranei, in vostra presenza, sarà inizialmente diffidente e successivamente, se lo gradisce, lo accoglierà con maniera, accettando di buon grado anche qualche coccola; in caso contrario, cioè se non gli piace, lo ignorerà completamente poiché accetterà il fatto che siete stati voi a farlo entrare. Sarà il caso che le persone appartenenti al secondo gruppo non entrino mai in casa o in giardino se non siete presenti, anche se è un ospite abituale, se non gli piace… non gli piace, e dovreste cominciare a chiedervi il perché; questi cani sono molto intuitivi e vedono più lontano di noi…
E’ assolutamente affidabile con bambini (anche molto piccoli) e anziani, è molto paziente, e nel caso in cui un cucciolo d’uomo fosse troppo invadente, si alzerà, volterà le spalle e cercherà un posto irraggiungibile dal bambino (non stupitevi se lo vedrete salire e sdraiarsi sul tavolo della cucina, lì il bimbo non ci arriva!).

Tibetan MastiffMolti proprietari hanno notato quanto i loro cani amino i bambini anche quando questi non sono della famiglia; bisogna nuovamente guardare al loro passato per scoprirne i motivi: i loro antenati (tuttora fra i popoli Tibetani) venivano lasciati a guardia degli accampamenti solo con donne e bambini (i quali sapevano gestire perfettamente i loro cani) quando gli uomini erano a molte miglia di distanza a lavorare le terre, cacciare o fare scambi con altri villaggi. E’ comunque importantissimo non lasciare mai soli cani e bambini, qualunque razza sia il cane e per quanto bravo possa essere il bambino… spesso non viaggiano sulla stessa lunghezza d’onda e delle banali incomprensioni vanno a discapito di entrambi. Anche una semplice zampata data per gioco può essere catastrofica per la pelle delicata di un bimbo, o passando vicino una leggera spinta è sufficiente a far perdere l’equilibrio.

Salute

É un cane rustico e robusto e non si ammala facilmente, ma come tutti i molossi può soffrire di altre patologie:

  • è bene controllare tramite radiografie la displasia dell’anca e del gomito dopo i 18 mesi d’età (età minima per effettuare i controlli ufficiali) anche quando i genitori ne sono esenti;
  • l’entropion e l’ectropion sono malformazioni delle palpebre che possono essere visibili già dai primi mesi d’età; fino a qualche anno fa non era un problema della razza ma con l’entrata in gioco di alcuni allevatori poco attenti alle patologie (grazie purtroppo alla moda della razza ora in voga in Cina) e al grosso numero crescente di importazioni dall’Oriente, si riscontrano casi in aumento;
  • tipici invece della razza sono i valori della tiroide più bassi della media canina, è quindi opportuno controllarli almeno una volta ogni due anni per assicurargli una lunga vita senza grossi problemi nel caso scendessero troppo.

Essendo un molosso ha bisogno di un’alimentazione adeguata per crescere correttamente, usando cibo di scarso livello si rischia fortemente una formazione insufficiente dello scheletro e dei muscoli.
La femmina di Tibetan Mastiff ha un solo calore all’anno, solitamente in Autunno.

Per info e approfondimenti sulla razza – Elizabeth Zancato

Email: zanzabeth@yahoo.it

Facebook: Elizabeth Zancato

Cellulare: 339 4257439

Su Pet Therapy Lab trovi un approfondimento a pagina 81

L’autore

Pet Therapy Lab è una rivista digitale dedicata agli animali. Puoi leggerla on-line gratuitamente all'indirizzo http://issuu.com/petherapylab

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Newsletter

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo con tutti i tuoi amici!

Shares