Select Page

Anfibi anuri italiani

da | 6 Apr 2016 | Animali, Zoologia con Davide | 0 commenti

In questo video propongo tutti i più comuni anfibi anuri italiani; per anuri si intende l’ordine comprendente rane, raganelle e rospi. Essi sono qui presentati, corredati del relativo canto: ne avete mai sentito qualcuno?
Sono pochi gli anuri a essere diffusi in tutta la penisola, la maggior parte vive in aree ristrette o comunque in zone circoscritte (endemismi).
Riporto anche in quali zone d’Italia si può trovare ogni specie (mi occupo solo dell’Italia, alcune specie vivono anche al di fuori di essa):

Pelobate fosco (Pelobates fuscus) – Aree di pianura del nord Italia;
Pelodite punteggiato (Pelodytes punctatus) – Liguria e Piemonte;
Raganella italiana (Hyla intermedia) – Tutta Italia tranne la Sardegna e parte della Liguria;
Raganella mediterranea (Hyla meridionalis) – Liguria;
Raganella sarda (Hyla sarda) – Sardegna;
Rana agile (Rana dalmatina) – Tutta Italia tranne le isole;
Rana montana (Rana temporaria) – Alpi e Appennini settentrionali;
Rana di Lataste (Rana latastei) – Pianura Padana;
Rana verde maggiore (Pelophylax ridibundus) – Tutta Italia;
Rana verde minore (Pelophylax lessonae) – Italia settentrionale;
Rospo comune (Bufo bufo) – Tutta Italia tranne la Sardegna;
Rospo smeraldino (Bufo viridis) – Friuli, Veneto, Lombardia, Isola d’Elba, Puglia;
Ululone dal ventre giallo (Bombina variegata) – Prealpi.

E’ stata esclusa dal video la rana dei fossi (Pelophylax esculentus) poichè ibrida della rana verde maggiore (P. ridibundus) e della rane verde minore (P. lessonae). E’ stata esclusa la rana toro (Lithobates catesbeianus) perchè si tratta di una specie alloctona. Sono stati esclusi anche la rana appenninica (Rana italica) e l’ululone appenninico (Bombina pachypus) perchè non sono proprio riuscito a trovare il richiamo!

P.S. Gli anfibi risentono più di altri animali dell’inquinamento delle acque dolci, dei cambiamenti climatici e della distruzione dell’habitat. TUTTI GLI ANURI sono specie fragili e delicate, e stanno velocemente diminuendo per colpa nostra: dobbiamo proteggerle se non vogliamo che presto diventino un ricordo!!!

L’autore

Appassionato di animali, zoologia e natura fin da bambino e convinto che ogni creatura vivente sia bellezza e poesia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Newsletter

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo con tutti i tuoi amici!

Shares